Il Museo ospita ben centosettantotto quadri di velieri, appartenenti alla marineria Camogliese, dipinti da pittori che gli inglesi chiamano “Pierhead Painters”, di nazionalità diverse e un tempo attivi nei vari porti del mondo come M. L. Alfred, Dunkerque, Angelo Arpe, L. Bastida, F. Beardo da Nizza, R. A. Borstel da Temple West USA, Domenico Gavarone e tanti altri.

Gio Bono Ferrari, predisponendo la prima esposizione dei quadri nel Museo, e temendo di non avere materiale sufficiente, dipinse una decina di quadri in maniera “naif”, con scarsa tutela dei particolari nautici. Constatata invece la straordinaria partecipazione dei Camogliesi, decise di non esporli al pubblico e li conservò da parte.   In tempi successivi, per mettere in risalto la modestia e l’assenza di personalismi da parte del Fondatore e anche per la particolare bellezza dei quadri, si è venuti nella determinazione di esporli tutti quanti.

Ecco una piccola panoramica dei dipinti che potrete trovare nel Museo:

.

Anita Garibaldi

Brigantino a palo, costruito a Sestri Ponente nel 1865

Dipinto da Angelo Arpe nel 1866

Dono di Caprera Razeto